Il Lago Rosso – uno dei luoghi da vedere una volta nella vita

Il Lago Rosso (noto anche come il Lago Ghilcoș) è un lago di sbarramento naturale che si è formato in seguito alla frana di un versante a causa di un terremoto avvenuto nel 1838 di magnitudine 6,9 ai piedi del Monte Hășmașul Mare, nei pressi delle Gole di Bicaz, ad una distanza di circa 30 km da Gheorgheni, nel distretto di Harghița. Il lago si estende su un perimetro di circa 2800 m, e si trova ad un altitudine di circa 980 m in una depressione con un clima prevalentemente subalpino.

La leggenda

Il nome proviene dal Ruscello Rosso che attraversa strati di colore rosso con ossidi e idrossidi di ferro. In tedesco si chiama Il lago Omicida, perché, secondo la leggenda, la frana avrebbe coperto un villaggio uccidendo tanto gli abitanti quanto gli animali che abitavano qui. L’acqua avrebbe quindi preso il colore rosso per la quantità di sangue disperso dopo la tragedia, così che il nome del lago è diventato sia Lago Rosso sia Lago Omicida.

La vista panoramica del lago

Nel 1864 compare con il nome Lago della Pietra Rossa, più tardi sarà denomincato  Lago Omicida, solo dal 1936 è ufficialmente chiamato Lago Rosso.

Localizzazione

Il lago si trova circondato dai Monti Șuhardul Mic e Șuhardul Mare nella parte nord e i Monti Podu Calului nella parte sud-occidentale, i Monti Licaș e Kis-Havas nella parte nord-occidentale, Csíki-Bükk nella partea nord-orientale e il Munte Ucigaș nella parte est.

Esso è alimentato da 4 grandi fiumi e da 12 corsi d’acqua temporanea, tra i più importanti: Verescheul (Roșul), Licoșul, Suhardul, Oii, Ucigașul.

Formazione

Benché il Lago Rosso sia una formazione recente, le condizioni ed il tempo di formazione del lago non sono certe. Durante la formazione, la zona del lago era difficilmente accessibile e dal punto di vista economico era ancora inesplorata.

Secondo Franz Herbich, un geologo noto nell’area abitata dai siculi, il lago si sarebbe formato nel  1838 a causa del terremoto dell’11 gennaio del 1838, che si è ripetuto a febbraio e avrebbe potuto provocare la frana. Un altro anno di formazione potrebbe esser stato il 1837 a causa di tempeste molto violente e abbondanti piogge. Riguardo a questo periodo scrive Ditrói Puskás Ferenc nella sua opera, “Storia di Borsec”. Il lago si è formato tramite lo spostamento di masse argillose depositate in occasione dell’ultima era glaciale sul versante nord-occidentale del monte Ghilcoș. Presto, dopo l’otturazione della valle, la foresta di abeti è stata inondata e gli alberi si sono pietrificati, offrendo una particolarità rara all’intero paesaggio. Nei primi anni di formazione il lago si è esteso ulteriormente – circa un chilometro più in alto nella valle del fiume, ma con il passare del tempo lo sbarramento naturale si è eroso ed il livello dell’acqua si è stabilito al livello attuale.

 

 

I dintorni del lago godono di un microclima piacevole, notevolmente benefico per il trattamento di stati psichici esauriti, per chi soffre di insonnia e di nevrastenia. La temperatura media annuale è di 8°C. La valle è completamente protetta dai venti, l’aria è estremamente pulita, ricca di aerosol naturali, e i dintorni pittoreschi offono condizioni eccellenti per coloro i quali cercano fornti di rigenerazione rapida per via naturale. Dal Novecendo il turismo balneare e ricreativo ha aiutato la zona a svilupparsi dal punto di vista dei servizi turistici.

  • Altri articoli interessanti:

Scopri la chiesa fortificata di Biertan – patrimonio Unesco

9 luoghi dove cercare Dracula in Romania

Sighisoara – la cittadella-medioevale-ancora-abitata

Sibiu – affascinante città medievale ai piedi dei Carpazi

Bucarest – la Piccola Parigi

Miercurea Ciuc – con il suo Castello Mikó, in stile tardo-rinascimentale

Le Golle di Bicaz – la strada che collega la Transilvania alla Moldavia

Targu Mures – conosciuta come la città delle rose

Targoviste – capitale della Valacchia nei tempi di Vlad Tepes

Bistrita – città sassone risalente al 1206

Il Castello di Bran – la fortezza più famosa e visitata della Transilvania

IL CASTELLO PELES – una delle più belle residenze reali d’Europa

Monastero di Cozia – uno dei più importanti esempi di arte medioevale della Romania

Il Monastero Agapia con più di 300 monache

Il Monastero Sucevita – rinomato per l’importante afresco “La Scala delle Virtù”

Il Monastero Moldovita – un gioiello unico in Europa”

Il Monastero di Voronet – la Cappella Sistina d’Oriente con il suo azzurro irripetibile”

Scopri perchè Prejmer è la località turistica assolutamente da visitare !”

Brasov – la più bella città medievale”

Curtea de Arges – Il Monastero di Manole che toglie il fiato!”

Rasnov – la fortezza inconquistabile nonostante i molti assedi subiti”

Monastero di Horezu – uno dei più interessanti siti protetti dall’UNESCO”

Piatra Neamt – chiamata ”la perla della Moldavia”

Leave a Reply

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*