La Legenda di Dracula

La Legenda di Dracula

Things to do - general

Dracula – Al di là della leggenda
Dracula’s Highlights
»Luoghi da esplorare
»Prossimi Dracula Tour a tema
Dracula – Al di là della leggenda
»L’ispirazione di Bram Stoker
»Chi era Vlad Dracula?
“Abbiamo Draculs abbiamo il diritto di essere orgogliosi …
Io sono l’ultimo della mia specie ”
– Dracula, dal Dracula di Bram Stoker
Alcuni dicono che la Transilvania si siede su uno dei più forti campi magnetici della Terra e la sua gente hanno percezione extra-sensoriale. I vampiri sono ritenuti appendere intorno all’incrocio sul giorno di San Giorgio, il 23 aprile e alla vigilia di Sant’Andrea, il 29 novembre la zona è anche sede di Dracula di Bram Stoker, ed è facile farsi prendere nel racconto durante la guida lungo strade tortuose attraverso dense, scure, antiche foreste e più di passi di montagna.
Dracula è tradotto letteralmente in gaelico come
Drac Ullah che significa cattivo sangue.
I racconti del soprannaturale erano circolate nel folklore rumeno per secoli in cui lo scrittore irlandese Bram Stoker prese il filo e filato in un racconto d’oro di ghoulishness che non è mai stato fuori stampa fin dalla sua prima pubblicazione nel 1897. Per la ricerca il suo racconto immortale, stesso Stoker immerso nella storia, tradizioni e leggende della Transilvania, che ha definito un “vortice per l’immaginazione.”
Dracula romanzo di Bram Stoker è stato pubblicato in lingua romena per la prima volta nel 1990.
Conte Dracula, un personaggio di fantasia del romanzo Dracula, è stato ispirato da una delle figure più conosciute della storia rumena, Vlad Dracula, soprannominato Vlad Tepes (Vlad l’Impalatore), che era il sovrano di Valacchia in tempi diversi 1456-1462 . Nato nel 1431 a Sighisoara, risiedeva tutta la sua vita adulta in Valacchia, fatta eccezione per i periodi di detenzione a Pest e Visegrad (Ungheria).
Monitoraggio Dracula
Diario di viaggio: “. Sulle orme di Dracula”
Anche se non ha mai viaggiato in Romania, Stoker stipato il suo libro con le descrizioni di molti luoghi reali che possono ancora essere visitati in Romania attuale. Essi comprendono i più importanti luoghi storici associati a Vlad Tepes, come la città di Sighisoara 14 ° secolo, dove è possibile visitare la casa in cui è nato Vlad (oggi ospita un ristorante e un piccolo museo di armi medievali).
Altri siti di Dracula sono: la Vecchia Corte Principesca (Curtea Veche Palatul) a Bucarest, Monastero di Snagov, dove, secondo la leggenda, i resti di Vlad sono stati sepolti; le rovine della fortezza di thePoenari (considerate Castello autentico di Dracula); il paese di leggende Arefuwhere Dracula sono ancora detto, la città ofBrasov dove Vlad ha condotto incursioni contro i mercanti sassoni, e, naturalmente, Castello di Bran.
Alcuni tour riguardano anche gli aspetti folcloristici del fittizio Dracula. Ad esempio, i visitatori possono mangiare il pasto esatto Jonathan Harker mangiato alla corona d’oro in Bistrita e dormire nel castello di Dracula Hotel, costruito non molto tempo fa il Borgo Passo presso il sito approssimativa del castello del conte fittizio.
Luoghi da esplorare
• Bucarest (Old Corte Principesca)
• Monastero di Snagov
• Targoviste
• Fortezza Poenari
• Arefu Village
• Brasov
• Castello di Bran (Dracula)
• Sighisoara
• Bistrita (Borgo Pass)
Bucarest
Noto per i suoi ampi viali alberati, gloriosi edifici Belle Epoque e una reputazione per la vita alta (che nel 1900 ha guadagnato il soprannome di “Piccola Parigi”), Bucarest, la più grande città della Romania e del capitale, è oggi una metropoli. Bucarest è carico di fascino storico – dalle strade del centro storico, che sono lentamente ripristinati, per la grande architettura del Palazzo Reale e il verde di Parco Cismigiu. La città vanta anche un gran numero di musei, gallerie d’arte, chiese ortodosse squisiti e siti architettonici unici (per saperne di più su Bucharest)
Vecchia Corte Principesca (Curtea Veche Palatul)
Indirizzo: Strada Franceza 25-31
Telefono: (21) 314.03.75
Museo aperto: ven – Sole. 10:00-6:00 p.m .; Chiuso Mon.
Ingresso a pagamento
Al centro della zona storica di Bucarest sono i resti della Corte Principesca Vecchio, costruito nel 15 ° secolo da Vlad Tepes. Secondo la tradizione locale, Vlad teneva prigionieri nelle segrete che hanno iniziato sotto la Corte Principesca Vecchio e si estendevano sotto la città. Tutto ciò che rimane oggi sono un paio di muri, archi, lapidi e una colonna corinzia.
Il Museo Old Court è stata fondata nel 1972, quando uno scavo archeologico ha rivelato i resti della fortezza, insieme a Dacian ceramiche e monete romane, la prova dei primi abitanti di Bucarest. Il più antico documento che attesta l’origine della città, sotto il nome di Bucarest è stato scoperto qui. E ‘stato rilasciato il 20 settembre 1459 e firmato dal principe Vlad Tepes.
Accanto al palazzo sorge la Chiesa di Corte Vecchia (Biserica Curtea Veche), risalente al 1559 e considerato il più antico di Bucarest. Per due secoli, la chiesa fungeva da terra incoronazione per i principi romeni. Alcuni degli affreschi originali 16 ° secolo sono stati conservati.
Monastero di Snagov
Dove: 25 miglia a nord di Bucarest
Stazione ferroviaria più vicina: Bucuresti Nord
Fermata autobus più vicina: Snagov / Silistea Snagovului
Nel 1458 – più di cento anni dopo che la chiesa fu costruita (1364) – il principe rumeno Vlad Tepes (Vlad l’Impalatore) aggiunto di spessore in difesa pareti
e un dungeon. Una targa sul pavimento all’interno della chiesa segna la tomba con
i presunti resti del conte di fama mondiale.
Il monastero si trova su un’isola sul lago Snagov, e può essere raggiunta
su un ponte pedonale o in barca.
Targoviste – Corte Principesca
(Curtea Domneasca)
Dove: 64 miglia a nord ovest di Bucarest
Stazione ferroviaria più vicina: Targoviste
Indirizzo: Calea Domneasca 181
Telefono: (245) 613,946
Aperto: ven – Sole. 09:00 – 7 p.m .;
Chiuso Mon.
Tassa di ammissione
www.CurteaDomneascaTargoviste.ro/
A Targoviste, visitare la 14 ° centuryPrincely Corte e Chindiei Torre di Guardia (Turnul Chindiei). La Corte Principesca fu la capitale della Valacchia, dove Vlad governato. E ‘stato qui che il principe impalato un gran numero di membri della corte infedeli (i boiardi) dopo invitandoli ad una festa celebrativa. Chindiei Watchtower ora ospita una mostra che illustra la vita di Vlad.
Fortezza Poenari
(Cetatea Poenari)
Località: Valacchia – Sud-Centro Romania
Dove: 108 miglia a nord ovest di Bucarest
Nelle vicinanze grande città: Curtea de Arges (15 miglia a nord)
Stazione ferroviaria più vicina: Curtea de Arges
Fermata autobus più vicina: Arefu
Web: www.CetateaPoenari.ro
Aperto: 9:00-06:00 (ora estiva)
Le rovine della fortezza di Poienari stare in cima a una scogliera che si affaccia sul fiume Arges, ai piedi dei Carpazi. Costruito agli inizi del 13 ° secolo dai primi sovrani della Valacchia, il castello ha cambiato nome e residenti un paio di volte nel corso dei decenni; alla fine, è stato abbandonato e lasciato in rovina.
Vlad ha riconosciuto il potenziale del luogo e sulla presa in consegna trono, ordinò che la struttura da riparare e consolidato, trasformandolo in uno dei suoi principali fortezze. Quando i turchi attaccarono e conquistarono il castello nel 1462, Vlad fuggì attraverso un passaggio segreto che conduce a nord attraverso le montagne. Anche se il castello fu utilizzato per molti anni dopo la morte di Vlad nel 1476, fu infine abbandonato di nuovo nella prima metà del 16 ° secolo e lasciato i segni del tempo e dalle intemperie. Nel 1888, una grande frana ha portato giù una parte del castello che si è schiantato nel fiume sottostante. Il castello ha subito riparazioni e i resti delle sue mura e torri stand per questo giorno.
Avrete bisogno di resistenza a salire i 1.462 gradini per raggiungere le rovine del castello, arroccato sopra la zona circostante, come un nido d’aquila.
Arefu
Dove: 104 miglia a nord ovest di Bucarest / 11 miglia a nord di Curtea de Arges
Nota: l’accesso in auto solo
Prossima visita Arefu, dove molti degli abitanti del villaggio fanno risalire la loro ascendenza di nuovo ai servi fedeli di Vlad Tepes se stesso (nel film, questi sono quelli che sono sempre di carico fino occupato bare di Dracula con la terra della Transilvania). La leggenda narra che quando i turchi attaccarono e ha assunto la Poenari Castle nel 1462, è stato gli abitanti di Arefu che hanno contribuito a Vlad fuga. Passare la notte con la gente del posto campeggio attorno a un fuoco e l’ascolto di secolari leggende popolari. Homestays e B & B sono disponibili in Arefu e villaggi vicini.
Brasov
Dove: 100 a nord di Bucarest
Stazione ferroviaria più vicina: Brasov
Frange dalle cime dei Carpazi Meridionali e risplendente con gotica, architettura barocca e rinascimentale, così come una ricchezza di attrazioni storiche, Brasov è uno dei luoghi più visitati della Romania.
(per saperne di più su Brasov)
Fondata da Cavalieri Teutonici nel 1211 su un antico sito Dacian e risolta dai Sassoni come una delle loro sette cittadelle murate *, Brasov trasuda un’atmosfera medievale distinta ed è stato usato come sfondo in molti film d’epoca recente.
Castello di Bran
Dove: 84 miglia a nord di Bucarest / 16 miglia a sud ovest di Brasov
Accesso: auto, treno a Brasov, e autobus da Brasov a Bran
Sighisoara
Dove: 170 a nord ovest di Bucarest
Stazione ferroviaria più vicina: Sighisoara
Fondata da Transilvania Sassoni nel corso del 12 ° secolo, Sighisoara si trova ancora come uno dei più belli e meglio conservati borghi medievali in Europa. Designato come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, questo perfettamente integro gioiello 16 ° secolo con nove torri, strade lastricate, le case borghesi e le chiese ornate rivali le vie storiche della Vecchia Praga o Vienna per magia atmosferica. E ‘il luogo di nascita di Vlad Tepes
(Vlad l’Impalatore), governatore della provincia di Valacchia 1456-1462.
Casa di Vlad Dracul
(Casa Dracula)
Indirizzo: Str. Cositorarilor 5
Tel: (265) 771,108
Aperto: ven – Sole. 10:00-3:30 p.m .; Chiuso Mon.
Il Vlad Dracul House si trova a Cittadella Piazza Sighisoara, vicino alla Torre dell’Orologio. Questa casa color ocra è il luogo dove Vlad Tepes, l’ispirazione per il famoso Dracula di Bram Stoker, è nato nel 1431 e viveva con il padre, Vlad Dracul (leggi di più sulla storia del nome Dracul), fino al 1435 quando si trasferirono a Targoviste. Un drago in ferro battuto appeso sopra l’ingresso.
Il piano terra della casa serve come un ristorante, mentre il primo piano ospita il Museo delle Armi.
Bistrita
Dove: 265 miglia a nord ovest di Bucarest
Stazione ferroviaria più vicina: Bistrita
Situato ai piedi dei Monti Bargau, non lontano dal Borgo Pass (Pasul Tihuta in rumeno) che collega le province di Transilvania e Moldavia, la città di Bistrita è uno dei più antichi della regione. Reperti archeologici indicano che la zona è stata abitata fin dall’età neolitica, molto prima di Bram Stocker ha scelto come ambientazione del castello il suo immaginario di Dracula.
Nel romanzo di Bram Stoker, Dracula, un giovane inglese, Jonathan Harker, visita Bistrita e trascorre una notte al Golden Krone Hotel (Hotelul Coroana de Aur), alla vigilia del giorno di San Giorgio, prima di continuare il suo viaggio verso est al conte castello di Dracula. Sebbene tale struttura esisteva quando il romanzo è stato scritto, un albergo con lo stesso nome da allora è stato costruito per i visitatori.
Coloni sassoni, che si insediarono qui nel 1206, ha contribuito a sviluppare la città in un florido emporio medievale. La prima volta nel 1264 come Villa Bistiche, il nome fu poi cambiato in Civitas Bysterce. Abbastanza presto, Bistritz, come era noto per i suoi abitanti tedeschi, divenne uno dei più importanti cittadelle sassoni di Transilvania (Siebenbürgens *).
Oggi, le case pittoresche 15 e 16 ° secolo mercanti della città vecchia, i resti delle mura della fortezza secolo 13 ° e un ritmo generalmente senza fretta hanno conservato alcuni dei atmosfera medievale di Bistrita.
Borgo Passo
(Pasul Tihuta)
Dove: 277 miglia a nord ovest di Bucarest / 12 miglia a nord est di Bistrita
Nota: L’accesso in auto onlyBorgo Pass (Bargau in rumeno), resa famosa dal capitolo del Dracula di Bram Stoker di apertura, è un passaggio spesso calcato attraverso i Carpazi in Transilvania settentrionale. Situato vicino alla piccola cittadina di Tihuta, i picchi passa a 3.840 feet.the Bargau Valle comprendono le alcuni dei più bei paesaggi di montagna incontaminato nei Carpazi con pittoreschi villaggi tradizionali situati nelle valli e sulle colline, le basi ideali per escursioni a piedi, a cavallo o scoprire la loro vivido arazzo di costumi antichi, artigianato e folklore.
Qui, si farà un passo in un regno che l’immaginario Mina Harker ha descritto nel suo diario come “una bella contea; ricca di bellezze di ogni genere immaginabile, e le persone sono coraggioso e forte, e semplice, e sembrano pieni di belle qualità “.
Dracula – Al di là della leggenda
L’ispirazione di Bram Stoker
Vlad Tepes è nato nel 1428 nella città fortezza di Sighisoara. Suo padre, Vlad Dacul, era il governatore militare della Transilvania ed era diventato un membro dell’Ordine del Drago un anno prima. L’Ordine, simile all’Ordine dei Cavalieri Teutonici, era un’organizzazione semi-militare e religiosa fondata nel 1387 a Roma, al fine di promuovere gli interessi cattolici e crociate.
L’Ordine è rilevante per la leggenda, soprattutto perché spiega il nome di Dracula.
Beneficiando l’amicizia del re ungherese, Sigismondo I di Lussemburgo, Vlad II Dracul, il padre di Vlad Tepes, ha trascorso la sua giovinezza alla corte reale e in seguito si è distinto come un cavaliere coraggioso nella lotta contro l’Impero Ottomano.
Per le sue opere, l’Ordine del Drago fu conferito su di lui, da qui il titolo Dracul (la parola latina per drago è draco). Mentre in draghi richiamo medievale servivano come simboli di indipendenza, la leadership, forza e la saggezza, l’associazione biblica del diavolo con il serpente che tentò Adamo ed Eva hanno dato i connotati di drago serpente-come del male. Così, la parola rumena Dracul si trova in inglese sia per il drago e diavolo.
Dracula, il titolo di Vlad Tepes, si traduce come figlio di Dracul.
Inoltre, l’uniforme cerimoniale dell’Ordine – mantello nero sopra accouterment rosso – è stata fonte di Bram Stocker ‘di ispirazione per lo sguardo del conte Dracula.
Ma come ha fatto la storia di Bram Stoker trasformarsi in un mito? Una spiegazione parziale è fornito dalle circostanze in cui il libro è stato scritto e ricevuto. Una vera e propria epidemia di “vampirismo” aveva colpito l’Europa orientale alla fine del 17 ° secolo e proseguita per tutto il 18 ° secolo. Il numero di casi segnalati è salito drammaticamente, soprattutto nei Balcani. Poi, l’epidemia viaggiato ovest in Germania, Italia, Francia, Inghilterra e Spagna. I viaggiatori di ritorno dall’Oriente sarebbero raccontare storie di non-morti, che ha contribuito a mantenere l’interesse per i vampiri vivi. Filosofi occidentali e gli artisti hanno affrontato la questione sempre più spesso. Il romanzo di Bram Stoker è venuto come il culmine di una lunga serie di lavori basati su racconti provenienti dall’Oriente. Allora, maggior parte dei lettori erano certi che il romanzo era stato ispirato da fatti reali e che la sua storia era forse solo un po ‘romanzata.
Chi era Vlad Dracula?
Una figura intrigante nel XV secolo
di Benjamin Hugo Leblanc – EPHE-Sorbonne (Parigi) e Laval University (Quebec) CountDracula è più di 100 anni ed è ancora vivo! Naturalmente, quasi tutti hanno sentito parlare di questo Nosferatu: attraverso film con Max Schreck, Bela Lugosi, Christopher Lee o Gary Oldman; in diversi libri, tra cui i recenti Vampire Chronicles di Anne Rice, o anche di andare a dormire in storie raccontate a noi nella nostra infanzia. Tutti noi abbiamo un’idea di chi o che cosa è il Conte. Tuttavia, d’altra parte, Vlad Tepes (Dracula), la figura storica che ha ispirato il romanzo di Bram Stoker, è sicuramente meno noto.
Vlad Tepes è nato nel dicembre 1431 nella fortezza di Sighisoara, Romania. Il padre di Vlad, governatore della Transilvania, era stato inserito nella Ordine del Drago circa un anno prima. L’ordine – che potrebbe essere paragonato ai Cavalieri dell’Ospedale di San Giovanni o addirittura Teutonico dei Cavalieri – era una società semi-militari e religiose, originariamente creato nel 1387 da parte del Sacro Romano Impero e la sua seconda moglie, Barbara Cilli. L’obiettivo principale di una confraternita segreta come di cavalieri era quello di tutelare gli interessi del cristianesimo e di crociata contro i Turchi. I boiardi della Romania associati il ​​drago con il Diavolo e ha deciso di chiamare il padre di Vlad “Dracul”, che in lingua romena significa “Diavolo” “Dracula” è un diminutivo, che significa “figlio del Diavolo”.
Nell’inverno del 1436-1437, Dracul divenne principe di Valacchia (una delle tre province rumene) e si stabilì nel palazzo di Targoviste, capitale principesca. Vlad seguì il padre e visse sei anni alla corte principesca. Nel 1442, al fine di mantenere i turchi a bada, Dracul mandò suo figlio, Vlad, e suo fratello minore, Radu, a Costantinopoli (oggi Istanbul) come ostaggi del sultano Murad II. Vlad si è tenuto lì fino al 1448. Questa prigionia turca sicuramente svolto un ruolo importante nell’educazione del Dracula; deve essere in questo periodo che ha adottato una visione molto pessimistica della vita e ho imparato il metodo turca di impalamento su pali. I turchi set Vlad libero dopo averlo informato dell’assassinio di suo padre nel 1447. Ha anche imparato a conoscere la morte del suo fratello maggiore e come egli era stato torturato e sepolto vivo dai boiardi di Targoviste.
Quando aveva 17 anni, Vlad Tepes (Dracula), sostenuto da una forza di cavalleria turca e un contingente di truppe prestato a lui da pascià Mustafa Hassan, ha fatto il suo primo grande passo verso il sequestro del trono Walachian. Vlad divenne il sovrano di Valacchia nel mese di luglio del 1456. Durante la sua sei anni di regno, ha commesso molti crudeltà, quindi stabilire la sua reputazione controversa.
Il suo primo grande atto di vendetta mirava a boiardi di Targoviste per non essere fedele a suo padre. La Domenica di Pasqua di ciò che crediamo di essere 1459, ha arrestato tutte le famiglie boiardi che avevano partecipato alla festa principesca. Egli impalato i più anziani su pali costringendo gli altri a marciare dalla capitale alla città di Poenari. Questo cinquanta miglia trekking è stato abbastanza faticoso e nessuno è stato permesso di riposo fino a raggiungere la loro destinazione. Dracula ordinò boiardi di costruirgli una fortezza sulle rovine di un avamposto più vecchia con vista sul fiume Arges. Molti morirono nel processo. Dracula, quindi, è riuscito a creare una nuova nobiltà e di ottenere una fortezza per le emergenze future. Ciò che resta del palazzo oggi è identificato come Poenari Fortress (Cetatea Poenari).
Vlad Tepes ha adottato il metodo di impalare criminali e nemici e sollevando li in alto nella piazza del paese per tutti da vedere. Quasi ogni crimine, dal mentire e rubare per uccidere, potrebbe essere punito con impalamento. Essendo così sicuri della efficacia della sua legge, Dracula messo una coppa d’oro in mostra nella piazza centrale di Targoviste. La coppa potrebbe essere utilizzato dai viaggiatori assetati, ma doveva rimanere sulla piazza. Secondo le fonti storiche disponibili, non è mai stato rubato e rimase del tutto indisturbati tutto il regno di Vlad. Criminalità e la corruzione cessarono; commercio e cultura hanno prosperato, e molti rumeni di questa visione giorno Vlad Tepes come un eroe per il suo feroce insistenza sulla onestà e ordine. Vale la pena ricordare che fonti più scritte in merito il suo regno si basano sui numerosi opuscoli propagandistici diffuse dai tedeschi con l’aiuto del loro nuova invenzione, la stampa.
All’inizio del 1462, Vlad ha lanciato una campagna contro i turchi lungo il Danubio. E ‘stato molto rischioso, la forza militare del sultano Mehmed II di essere di gran lunga più potente esercito Walachian. Tuttavia, durante l’inverno del 1462, Vlad ha avuto molto successo ed è riuscito a conquistare diverse vittorie. Per punire Dracula, il Sultano ha deciso di lanciare un’invasione su larga scala di Valacchia. L’altro suo obiettivo era quello di trasformare questa terra in una provincia turca. Entrò Valacchia con un esercito tre volte più grande di Dracula. Trovandosi senza alleati e costretto a ritirarsi verso Targoviste, Vlad bruciò i suoi villaggi e avvelenato i pozzi lungo la strada, in modo che l’esercito turco avrebbe trovato nulla da mangiare o da bere. Inoltre, quando il sultano, esausto, finalmente raggiunto la capitale, è stato affrontato da una visione più raccapricciante: centinaia di pali tenevano le restanti carcasse di prigionieri turchi, una scena di orrore che è stato in definitiva soprannominata Questa “Foresta dei Impaled”. il terrore tattica, deliberatamente fase gestiti da Dracula, è stato sicuramente successo. La scena ha avuto un forte effetto sulla maggior parte degli ufficiali intrepidi di Mehmed, e il Sultano, stanchi e affamati, ha deciso di ritirare (vale la pena ricordare che anche Victor Hugo, nel suo Legende des siècles, ricorda questo particolare incidente). Tuttavia, dopo il suo ritiro dal territorio Walachian, Mehmed incoraggiato e sostenuto il fratello minore di Vlad, Radu, per prendere il trono Walachian. Alla testa di un esercito turco e si è unito dai detrattori di Vlad, Radu perseguito il suo fratello al Castello di Poenari sul fiume Arges. Secondo la leggenda, questo è quando la moglie di Dracula, al fine di sfuggire alla cattura, si suicidò lanciando sola dai bastioni superiori, il suo corpo cadere nel precipizio nel fiume sottostante, una scena sfruttata dalla produzione di Francis Ford Coppola. Vlad, che non è stato sicuramente il tipo di uomo di uccidersi, riuscì a fuggire l’assedio della sua fortezza, utilizzando un passaggio segreto nella montagna. E ‘stato, tuttavia, assassinato verso la fine di dicembre 1476.
L’unico vero collegamento tra il Dracula storico (1431-1476) e il mito letterario moderno del vampiro è il 1897 romanzo. Bram Stoker ha costruito il suo personaggio di fantasia basata esclusivamente sulla ricerca che ha condotto nelle biblioteche a Londra. Detrattori politici e mercanti sassoni, infelice con le nuove norme commerciali imposte da Vlad, hanno fatto di tutto per infangare la sua reputazione. Sono prodotte e diffuse in tutta l’Europa occidentale esagerato storie e illustrazioni su crudeltà di Vlad. Regno Vlad Tepes ‘stato, tuttavia, ha presentato in modo diverso nelle cronache scritte in altre parti d’Europa. (Estratti da una caratteristica pubblicati nel numero # 5 del Journal of the Dark, da Benjamin Leblanc).

Dracula – Oltre ispirazione la leggenda Bram Stoker Vlad Tepes è nato nel 1428 nella città fortezza di Sighisoara. Suo padre, Vlad Dacul, era il governatore militare della Transilvania ed era diventato un membro dell’Ordine del Drago un anno prima. L’Ordine, simile all’Ordine dei Cavalieri Teutonici, era un’organizzazione semi-militare e religiosa fondata nel 1387 a Roma, al fine di promuovere gli interessi cattolici e crociate. L’Ordine è rilevante per la leggenda, soprattutto perché spiega il nome di Dracula. Beneficiando l’amicizia del re ungherese, Sigismondo I di Lussemburgo, Vlad II Dracul, il padre di Vlad Tepes, ha trascorso la sua giovinezza alla corte reale e in seguito si è distinto come un cavaliere coraggioso nella lotta contro l’Impero Ottomano. Per le sue opere, l’Ordine del Drago fu conferito su di lui, da qui il titolo Dracul (la parola latina per drago è draco). Mentre in draghi richiamo medievale servivano come simboli di indipendenza, la leadership, forza e la saggezza, l’associazione biblica del diavolo con il serpente che tentò Adamo ed Eva hanno dato i connotati di drago serpente-come del male. Così, la parola rumena Dracul si trova in inglese sia per il drago e diavolo. Dracula, il titolo di Vlad Tepes, si traduce come figlio di Dracul. Inoltre, l’uniforme cerimoniale dell’Ordine – mantello nero sopra accouterment rosso – è stata fonte di Bram Stocker ‘di ispirazione per lo sguardo del conte Dracula. Ma come ha fatto la storia di Bram Stoker trasformarsi in un mito? Una spiegazione parziale è fornito dalle circostanze in cui il libro è stato scritto e ricevuto. Una vera e propria epidemia di “vampirismo” aveva colpito l’Europa orientale alla fine del 17 ° secolo e proseguita per tutto il 18 ° secolo. Il numero di casi segnalati è salito drammaticamente, soprattutto nei Balcani. Poi, l’epidemia viaggiato ovest in Germania, Italia, Francia, Inghilterra e Spagna. I viaggiatori di ritorno dall’Oriente sarebbero raccontare storie di non-morti, che ha contribuito a mantenere l’interesse per i vampiri vivi. Filosofi occidentali e gli artisti hanno affrontato la questione sempre più spesso. Il romanzo di Bram Stoker è venuto come il culmine di una lunga serie di lavori basati su racconti provenienti dall’Oriente. Allora, maggior parte dei lettori erano certi che il romanzo era stato ispirato da fatti reali e che la sua storia era forse solo un po ‘romanzata. Chi era Vlad Dracula? Una figura intrigante nel XV secolo da Benjamin Hugo Leblanc – EPHE-Sorbonne (Parigi) e Laval University (Quebec) Conte Dracula è più di 100 anni ed è ancora vivo! Naturalmente, quasi tutti hanno sentito parlare di questo Nosferatu: attraverso film con Max Schreck, Bela Lugosi, Christopher Lee o Gary Oldman; in diversi libri, tra cui i recenti Vampire Chronicles di Anne Rice, o anche di andare a dormire in storie raccontate a noi nella nostra infanzia. Tutti noi abbiamo un’idea di chi o che cosa è il Conte. Tuttavia, d’altra parte, Vlad Tepes (Dracula), la figura storica che ha ispirato il romanzo di Bram Stoker, è sicuramente meno noto. Vlad Tepes è nato nel dicembre 1431 nella fortezza di Sighisoara, Romania. Il padre di Vlad, governatore della Transilvania, era stato inserito nella Ordine del Drago circa un anno prima. L’ordine – che potrebbe essere paragonato ai Cavalieri dell’Ospedale di San Giovanni o addirittura Teutonico dei Cavalieri – era una società semi-militari e religiose, originariamente creato nel 1387 da parte del Sacro Romano Impero e la sua seconda moglie, Barbara Cilli. L’obiettivo principale di una confraternita segreta come di cavalieri era quello di tutelare gli interessi del cristianesimo e di crociata contro i Turchi. I boiardi della Romania associati il ​​drago con il Diavolo e ha deciso di chiamare il padre di Vlad “Dracul”, che in lingua romena significa “Diavolo” “Dracula” è un diminutivo, che significa “figlio del Diavolo”. Nell’inverno del 1436-1437, Dracul divenne principe di Valacchia (una delle tre province rumene) e si stabilì nel palazzo di Targoviste, capitale principesca. Vlad seguì il padre e visse sei anni alla corte principesca. Nel 1442, al fine di mantenere i turchi a bada, Dracul mandò suo figlio, Vlad, e suo fratello minore, Radu, a Costantinopoli (oggi Istanbul) come ostaggi del sultano Murad II. Vlad si è tenuto lì fino al 1448. Questa prigionia turca sicuramente svolto un ruolo importante nell’educazione del Dracula; deve essere in questo periodo che ha adottato una visione molto pessimistica della vita e ho imparato il metodo turca di impalamento su pali. I turchi set Vlad libero dopo averlo informato dell’assassinio di suo padre nel 1447. Ha anche imparato a conoscere la morte del suo fratello maggiore e come egli era stato torturato e sepolto vivo dai boiardi di Targoviste. Quando aveva 17 anni, Vlad Tepes (Dracula), sostenuto da una forza di cavalleria turca e un contingente di truppe prestato a lui da pascià Mustafa Hassan, ha fatto il suo primo grande passo verso il sequestro del trono Walachian. Vlad divenne il sovrano di Valacchia nel mese di luglio del 1456. Durante la sua sei anni di regno, ha commesso molti crudeltà, quindi stabilire la sua reputazione controversa. Il suo primo grande atto di vendetta mirava a boiardi di Targoviste per non essere fedele a suo padre. La Domenica di Pasqua di ciò che crediamo di essere 1459, ha arrestato tutte le famiglie boiardi che avevano partecipato alla festa principesca. Egli impalato i più anziani su pali costringendo gli altri a marciare dalla capitale alla città di Poenari. Questo cinquanta miglia trekking è stato abbastanza faticoso e nessuno è stato permesso di riposo fino a raggiungere la loro destinazione. Dracula ordinò boiardi di costruirgli una fortezza sulle rovine di un avamposto più vecchia con vista sul fiume Arges. Molti morirono nel processo. Dracula, quindi, è riuscito a creare una nuova nobiltà e di ottenere una fortezza per le emergenze future. Ciò che resta del palazzo oggi è identificato come Poenari Fortress (Cetatea Poenari). Vlad Tepes ha adottato il metodo di impalare criminali e nemici e sollevando li in alto nella piazza del paese per tutti da vedere. Quasi ogni crimine, dal mentire e rubare per uccidere, potrebbe essere punito con impalamento. Essendo così sicuri della efficacia della sua legge, Dracula messo una coppa d’oro in mostra nella piazza centrale di Targoviste. La coppa potrebbe essere utilizzato dai viaggiatori assetati, ma doveva rimanere sulla piazza. Secondo le fonti storiche disponibili, non è mai stato rubato e rimase del tutto indisturbati tutto il regno di Vlad. Criminalità e la corruzione cessarono; commercio e cultura hanno prosperato, e molti rumeni di questa visione giorno Vlad Tepes come un eroe per il suo feroce insistenza sulla onestà e ordine. Vale la pena ricordare che fonti più scritte in merito il suo regno si basano sui numerosi opuscoli propagandistici diffuse dai tedeschi con l’aiuto del loro nuova invenzione, la stampa. All’inizio del 1462, Vlad ha lanciato una campagna contro i turchi lungo il Danubio. E ‘stato molto rischioso, la forza militare del sultano Mehmed II di essere di gran lunga più potente esercito Walachian. Tuttavia, durante l’inverno del 1462, Vlad ha avuto molto successo ed è riuscito a conquistare diverse vittorie. Per punire Dracula, il Sultano ha deciso di lanciare un’invasione su larga scala di Valacchia. L’altro suo obiettivo era quello di trasformare questa terra in una provincia turca. Entrò Valacchia con un esercito tre volte più grande di Dracula. Trovandosi senza alleati e costretto a ritirarsi verso Targoviste, Vlad bruciò i suoi villaggi e avvelenato i pozzi lungo la strada, in modo che l’esercito turco avrebbe trovato nulla da mangiare o da bere. Inoltre, quando il sultano, esausto, finalmente raggiunto la capitale, è stato affrontato da una visione più raccapricciante: centinaia di pali tenevano le restanti carcasse di prigionieri turchi, una scena di orrore che è stato in definitiva soprannominata la “Foresta del Impaled”. Questa tattica di terrore, deliberatamente fase gestiti da Dracula, è stato sicuramente successo. La scena ha avuto un forte effetto sulla maggior parte degli ufficiali intrepidi di Mehmed, e il Sultano, stanchi e affamati, ha deciso di ritirare (vale la pena ricordare che anche Victor Hugo, nel suo Legende des siècles, ricorda questo particolare incidente). Tuttavia, dopo il suo ritiro dal territorio Walachian, Mehmed incoraggiato e sostenuto il fratello minore di Vlad, Radu, per prendere il trono Walachian. Alla testa di un esercito turco e si è unito dai detrattori di Vlad, Radu perseguito il suo fratello al Castello di Poenari sul fiume Arges. Secondo la leggenda, questo è quando la moglie di Dracula, al fine di sfuggire alla cattura, si suicidò lanciando sola dai bastioni superiori, il suo corpo cadere nel precipizio nel fiume sottostante, una scena sfruttata dalla produzione di Francis Ford Coppola. Vlad, che non è stato sicuramente il tipo di uomo di uccidersi, riuscì a fuggire l’assedio della sua fortezza, utilizzando un passaggio segreto nella montagna. E ‘stato, tuttavia, assassinato verso la fine di dicembre 1476. L’unico vero collegamento tra il Dracula storico (1431-1476) e il mito letterario moderno del vampiro è il 1897 romanzo. Bram Stoker ha costruito il suo personaggio di fantasia basata esclusivamente sulla ricerca che ha condotto nelle biblioteche a Londra. Detrattori politici e mercanti sassoni, infelice con le nuove norme commerciali imposte da Vlad, hanno fatto di tutto per infangare la sua reputazione. Sono prodotte e diffuse in tutta l’Europa occidentale esagerato storie e illustrazioni su crudeltà di Vlad. Regno Vlad Tepes ‘stato, tuttavia, ha presentato in modo diverso nelle cronache scritte in altre parti d’Europa.

Dracula's Mini-Tour

Dracula's Mini-Tour

La Legenda di Dracula
Minitour di Dracula – 4 giorni/3 notti da 255 euro/persona Itinerario: Bucarest – Targoviste -Bran – More info
Halloween nel Castello di Dracula

Halloween nel Castello di Dracula

La Legenda di Dracula
Halloween 2017 da 199€ con pensione completa, transfer e guida in italiano È nel cuore della Transil More info
Sulle Orme di Dracula

Sulle Orme di Dracula

La Legenda di Dracula
Sulle Orme di Dracula – 7 giorni da 499 euro – Segui le tracce di Vlad l’Impalatore (Vl More info