Miercurea Ciuc – con il suo Castello Mikó, in stile tardo-rinascimentale

Miercurea Ciuc è un municipio della Romania con circa 42.000 abitanti, si trova nel distretto di Harghița, nella regione storica della Transilvania. L’aspetto interessante di questa cittadina riguarda il fatto che oltre l’80% della popolazione è di etnia sicula e la città è dunque ufficialmente bilingue, parlandosi qui sia il romeno sia l’ungherese. La città è più precisamente posizionata nella parte orientale del distretto, sulle rive del fiume Olt e ad un’altitudine di circa 660 m sopra il livello del mare. Il centro abitato si è sviluppato tra il 1300 e il 1400, anche se il primo documento scritto che attesta la presenza della città è del 1558 ed è firmato da Isabella, madre del principe di Transilvania Zsigmond János. Miercurea Ciuc è diventato il capoluogo del distretto di Harghița nel 1968 e, in questa occasione, il regime comunista ha avviato la costruzione di un nuovo centro cittadino in stile socialista. La città ha continuato a svilupparsi come un centro culturale dei siculi finché, caduto il regime, il vecchio Hotel Harghița è stato trasformato per divenire la principale sede dell’ Università Ungherese di Transilvania, la Sapenția, che aveva le altre sedi a Cluj-Napoca e a Târgu Mureș. Si tratta della prima università ungherese privata in Romania. E’ consigliabile visitare il bellissimo centro città, che ospita un monumento meraviglioso, ossia il Castello Mikó, in stile tardo-rinascimentale. Quest’edificio era stato fatto innalzare per la prima volta nel 1600 da Ferenc Mikó Hídvégi, consigliere del Principe di Transilvania Gabriele Bethlen. Distrutto completamente durante l’invasione dei tatari, negli anni Sessanta del seicento, venne ricostruito agli inizi del Settento, per essere utilizzato soprattutto come caserma. Attualmente il castello ospita il Museo Csík Székely.  Vicino al castello possiamo ammirare un museo etnografico, il Palazzo Municipale degli anni Ottanta dell’Ottocento ed il Palazzo di Giustizia, costruito sul finire dell’Ottocento.

Il Tempio del Millennio, costruito nel 2001 su progetto del rinomato architetto ungherese Imre Makovecz, rappresenta l’edificio di più recente costruzione, ed è una chiesa romano-cattolica che per la sua particolare architettura ha dato vita a giudizi controversi, soprattutto per la sua vicinanza alla Chiesa barocca della Santa Croce. Miercurea Ciuc è una città nota in tutta la Romania per la fabbrica della birra che porta il suo stesso nome. La birreria è stata fondata negli anni Settanta del Novecento secolo. Di recente però il marchio è stato acquisito da un olandese. Vi consigliamo di visitare questa città a luglio, durante il Festival di Musica Antica, che dura una settimana, al quale partecipano le più importanti band musicali della Romania e alcune orchestre europee. Si svolge dal 1980. La partecipazione del pubblico ai concerti, la gran parte dei quali hanno luogo nel cortile del bellissimo castello Mikó, è gratuita.  Qui di seguito trovate elencati altri obiettivi turistici della città: la Chiesa barocca della Santa Croce, romano-cattolica, costruita nel 1758, il Museo Etnografico dell’Olt e del Mureș Superiore, il Palazzo di Giustizia, costruito nel 1892 in stile eclettico, e la Cattedrale ortodossa di San Nicola, costruita tra il 1929 ed il 1935 in stile neobizantino.

IL CASTELLO MIKO

Il Castello Miko fu costruito tra il 1623 e il 1631 da Ferenc Hidvégi Mikó, che fu il consigliere di Gabriel Bethlen, in uno stile tardo rinascimentale, e si estende su una superficie di 75 x 70 metri, e dispone di 4 bastioni italiani. Il Castello Miko, rappresenta il monumento storico principale e più antico della città di Miercurea Ciuc e attualmente ospita l’interessante Museo dei Siculi di Ciuc. Quest’edificio è stato per molti anni una residenza signorile, ma aveva anche un ruolo secondario, ossia, quello di un castello fortificato. Sappiamo però che il signor Mikó non trascorse molto tempo al suo interno, perché i suoi compiti richiedevano la sua costante presenza nella città di Alba Iulia, dove possedeva  un’altra residenza. Nel 1661 la cittadina venne arsa a causa delle invasioni tartare e rimase in rovina per diversi decenni successivi. Tuttavia, dopo che il regime asburgico si stabilì in Transilvania, il castello venne nuovamente edificato per volere del conte Stephan Steinville. Il castello, restaurato di recente, venne pensato per resistere a possibili nuove invasioni tartare. Il Museo dei Siculi di Ciuc, che troviamo al suo interno, ci mostra più di quattrocento anni di storia dei siculi, oltre alla storia della fortezza. Qui sono esposti molti oggetti scoperti durante diversi scavi archeologici. All’interno della Sala della Fontana, una stanza del castello, i visitatori hanno la possibilità di osservare i resti delle mura che sono state demolite, le porte che sono state trasformate in finestre, una latrina del 1700 ed una fontana interna. Vicino a questa fontana sono stati scoperti molti oggetti antichi. Nella Sala della Cucina, anch’essa molto interessante, sono presenti una stufa ed un forno che sono stati ricostruiti così com’erano nel Seicento. La cucina è stata animata dalla presenza di pentole e padelle ma anche da scene di vita quotidiana distinguibili dai manichini che indossano vestiti del XVII secolo.

  • Altri articoli interessanti:

Scopri la chiesa fortificata di Biertan – patrimonio Unesco

9 luoghi dove cercare Dracula in Romania

Sighisoara – la cittadella-medioevale-ancora-abitata

Sibiu – affascinante città medievale ai piedi dei Carpazi

Bucarest – la Piccola Parigi

Le Golle di Bicaz – la strada che collega la Transilvania alla Moldavia

Il Lago Rosso – uno dei luoghi da vedere una volta nella vita

Targu Mures – conosciuta come la città delle rose

Targoviste – capitale della Valacchia nei tempi di Vlad Tepes

Bistrita – città sassone risalente al 1206

Il Castello di Bran – la fortezza più famosa e visitata della Transilvania

IL CASTELLO PELES – una delle più belle residenze reali d’Europa

Monastero di Cozia – uno dei più importanti esempi di arte medioevale della Romania

Il Monastero Agapia con più di 300 monache

Il Monastero Sucevita – rinomato per l’importante afresco “La Scala delle Virtù”

Il Monastero Moldovita – un gioiello unico in Europa”

Il Monastero di Voronet – la Cappella Sistina d’Oriente con il suo azzurro irripetibile”

Scopri perchè Prejmer è la località turistica assolutamente da visitare !”

Brasov – la più bella città medievale”

Curtea de Arges – Il Monastero di Manole che toglie il fiato!”

Rasnov – la fortezza inconquistabile nonostante i molti assedi subiti”

Monastero di Horezu – uno dei più interessanti siti protetti dall’UNESCO”

Piatra Neamt – chiamata ”la perla della Moldavia”

Leave a Reply

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*