Targu Mures – conosciuta come la città delle rose

Targu Mures è una città di circa 130.000 abitanti, ed è un comune del distretto di Mureș, in Transilvania. Si trova al centro della regione storica della Transilvania su entrambe le rive del fiume Mureș. Situata in una zona centrale della Romania, la città ha quali confini geografici il fiume Mureș ed il colle Cornești. Per molti anni è stato un fiorente centro culturale, industriale, economico ed educativo della comunità sicula della Romania, intendendo per siculi i cosiddetti secui di origine ungherese. Infatti, la città è stata la residenza della Regione Autonoma Ungherese. E’ inoltre la sesta città più grande della Transilvania. Qui risiede la maggior comunità cittadina ungherese della Romania.

Tra i vari obiettivi turistici della città ricordiamo il Centro, con la Piazza Centrale, chiamata Piazza delle Rose, dove si possono ammirare innumerevoli monumenti costruiti in stile barocco, neoclassico e secessionista, come la Chiesa di San Giovanni Battista, la Torre dei Francescani, il Palazzo della Cultura, o il palazzo dell’ex comune, che rimandano all’epoca dualista, cioè austro-ungarica.

Le mura della Cittadella Medievale sono la prova storica ed evidente che la città ha avuto un potere politico ed economico notevole all’interno del Principato della Transilvania. All’interno della chiesa situata all’interno delle mura, si sono svolti molti sinodi e riunioni nazionali, ai quali hanno partecipato personalità di spicco come Ludovico I d’Ungheria e Giovanni di Huneadoara. Sempre qui venne inoltre scelto il principe dell’Ungheria e della Transilvania.

La città di Târgu Mureș gode di una ricca offerta turistica per quanto concerne i molti eventi interessanti che vi si svolgono, le attività turistiche e culturali, e gli obiettivi turistici che vengono visitati ogni anno da migliaia di turisti per ammirare forme architettoniche antiche o moderne, conoscere la storia e le popolazioni  di questa parte della Transilvania. Anche se a Târgu Mureș non si sono conservati edifici antichissimi a causa della distruzione avvenuta in seguito a molti incendi, l’antica urbanistica riesce a far rivivere al visitatore l’antica atmosfera medievale che ancora si respira nella zona nord della città. Qui troviamo, infatti, un reperto ed un luogo turistico importante, ossia la Cittadella Medievale.

Edificata agli inizi del 1600, con mura spesse e potenti bastioni, ben conservati fino ad oggi, la cittadella ricorda il potere economico e politico della città all’interno del Principato di Transilvania. Dei sette bastioni della cittadella, cinque sono stati innalzati completamente da lavoratori locali e, attualmente, entro le sue mura, si svolgono interessantissime attività culturali. All’interno della cittadella troviamo la bellissima Chiesa Protestante con un’architettura gotica del 1300, la chiesa, infatti, è stata costruita nel XIV secolo dall’ordine dei Francescani, ma verrà terminata solo alla fine del XV secolo. Durante gli anni della diffusione della riforma protestante in Transilvania, la gran parte della popolazione di Târgu Mureș ha abbracciato il protestantesimo e, per questa ragione, è cambiato anche il culto della chiesa. Nei secoli successivi sono state apportate modifiche all’edificio che è stato reso internamente barocco.

La biblioteca Teleky-Bolyai

Quest’edificio è stato costruito dal 1799 al 1804, grazie a Samuel Teleky, fondatore della biblioteca e direttore dei lavori di costruzione. La biblioteca ha alla base 40000 volumi che comprendono opere ed edizioni rarissime appartenenti alla collezione personale del conte. Si tratta della prima biblioteca pubblica dell’Europa centrale ed orientale. Nel secolo scorso 80000 volumi di alto valore del Collegio Protestante sono stati spostati in questa biblioteca, che si trova esattamente nella Piazza Bolyai. Il numero dei volumi è dunque notevolmente aumentato. Troviamo qui uno dei più importanti registri scritti in lingua ungherese, del ’300. All’interno della biblioteca pubblica possiamo visitare il Museo Bolyai, incentrato sulle personalità straordinarie dei matematici di origini ungheresi Farkas Bolyai e Janos Bolyai.

Presso la piazza centrale, nota con il nome di Piazza delle Rose, rinomata per le rose che abbelliscono la piazza da un po’ di anni, e punto centrale dal quale si estende la città, si svolge la bellissima „Fiera sul Mureș”. Nella Piazza delle Rose si vedono inoltre i principali simboli architettonici della città, che ricordano la vecchia fiera dell’epoca medievale e la città nel suo più recente periodo dualista, ossia austro-ungarico. Durante il mandato del sindaco della città che governò la stessa nei primi anni del XX secolo, il Dr. Bernady, furono realizzate le moderne infrastrutture, ma anche molte istituzioni ed edifici rappresentativi dell’epoca, come il Palazzo della cultura e l’ex Palazzo del Comune. Questi edifici illustrano il dinamismo e la volontà di apertura della città nei confronti di stili architettonici nuovi, come l’Art Nouveau e l’eclettismo.  Nella parte opposta della piazza, il Palazzo Apollo ed il Teatro Nazionale sono la prova di un’evoluzione della città dall’essere sede di mercati al divenire centro culturale. Un’archietettura a parte si può notare visitando una serie di edifici di una reale importanza per la vita culturale della città come la Casa Teleky, la Casa Banyai, la Casa Kopeczi e la Casa con Arcate. La tradizione, la cultura, la storia della città possono essere scoperte visitando i musei situati nella zona centrale di Târgu Mureș: il Museo di Etnografia ed Arte Popolare, Il Museo di Scienze Naturali, il Museo d’Arte, il Museo di Storia che, assieme, formano Il Museo Distrettuale di Mureș. Il multiculturalismo della città ha lasciato le sue orme lungo la storia, ed è visibile nell’architettura, essendoci edifici religiosi di diversi culti: la Chiesa dell’Annunciazione, la Chiesa di San Giovanni Battista, la Chiesa dei Francescani, la Chiesa Protestante della cittadella, la Sinagoga, la Chiesa Unita di culto greco-cattolico. L’identità della città è rappresentata tramite i suoi monumenti, le sue statue e i suoi complessi monumentali e statuari: il Monumento ai due Bolyai, il Monumento alla Latinità, Il Monumento ai Siculi Martiri, la Statua di Gyorgy Aranka, scrittore ungherese che diede un enorme contributo per lo sviluppo delle attività scientifiche in Transilvania nei primi anni dell’Ottocento, la Statua di Avram Iancu, che fu un avvocato rumeno originario della Transilvania che visse nell’Ottocento e che giocò un ruolo fondamentale nella Rivoluzione Transilvana del 1848, la Statua di Bernady, sindaco della città agli inizi de XX secolo, e quella che rappresenta Petru Maior, filosofo, storico e teologo greco-cattolico che visse a cavallo tra i secolo XVIII e XIX. Târgu Mureș è stato per molto tempo il centro culturale della comunità dei siculi in Transilvania e questo si può intuire facilmente osservano il Palazzo Apollo, costruito in centro città nel 1821, in stile eclettico, per volere del conte Samuel Teleky, e che è un bel teatro. All’interno di quest’edificio si svolgevano balli e rappresentazioni teatrali, ed era questo un luogo frequentato dall’aristocrazia dell’epoca. Durante la Rivoluzione e la Guerra d’Indipendenza Ungherese del 1848-49 il Palazzo Apollo è stato un importante luogo strategico per i giovani rivoluzionari.

Durante il periodo dualista, dal 1911 al 1913, Bernady fece costruire il Palazzo della Cultura. Gli architetti che progettarono l’edificio sono Marcell Komor e Jakab Dezso. Gli interni del palazzo sono impressionanti: una grande sala contenente ben 800 posti, un organo gigantesco, una piccola sala, la sala degli specchi, la biblioteca cittadina. Esteriormente il palazzo è abbellito da mosaici e bassorilievi in bronzo e pietra, affreschi e vetrate di un elevato valore artistico, che rappresentano personalità importanti della cultura ungherese, ma anche leggende, e miti tratti dal folclore ungherese della Transilvania. Sulla scena della Sala Grande si sono esibiti artisti di spessore come George Enescu e Pablo Cassals. Il Teatro Siculo è il primo teatro permanente di Târgu Mureș, che inizia la sua attività negli anni 40 del ‘900 e si trovava all’interno del Palazzo della Cultura. Fu spostato nella sua nuova sede negli anni 70 del ‘900, in una costruzione in stile socialista, tipico di quel periodo. Per creare il teatro, durante gli anni del regime comunista, vennero demoliti due monasteri e altri monumenti storici.

I festival di Târgu Mureș

Il festival internazionale del Film Ater-Native: un festival cinematografico, che pone l’accento sulle creazioni artistiche dei registi romeni.

Il festival della penisola: uno dei più grandi festival romeni, essendo un festival musicale internazionale organizzato dai giovani ungheresi della Transilvania.

I giorni Bernady, organizzati dalla fondazione culturale Dr. Bernady, ogni autunno, con lo scopo di ricordare il sindaco del periodo dualista, grazie al quale Târgu Mureș può oggi godere del Palazzo della Cultura e del vecchio Comune, simboli della città. La settimana culturale prevede un concerto presso il Palazzo della Cultura.

I giorni studenteschi: organizzati ogni primavera dall’Associazione Studentesca Ungherese della città, durante i quali si tengono concerti di musica leggera sulle rive del Mureș.

  • Altri articoli interessanti:

Scopri la chiesa fortificata di Biertan – patrimonio Unesco

9 luoghi dove cercare Dracula in Romania

Sighisoara – la cittadella-medioevale-ancora-abitata

Sibiu – affascinante città medievale ai piedi dei Carpazi

Bucarest – la Piccola Parigi

Miercurea Ciuc – con il suo Castello Mikó, in stile tardo-rinascimentale

Le Golle di Bicaz – la strada che collega la Transilvania alla Moldavia

Il Lago Rosso – uno dei luoghi da vedere una volta nella vita

Targoviste – capitale della Valacchia nei tempi di Vlad Tepes

Bistrita – città sassone risalente al 1206

Il Castello di Bran – la fortezza più famosa e visitata della Transilvania

IL CASTELLO PELES – una delle più belle residenze reali d’Europa

Monastero di Cozia – uno dei più importanti esempi di arte medioevale della Romania

Il Monastero Agapia con più di 300 monache

Il Monastero Sucevita – rinomato per l’importante afresco “La Scala delle Virtù”

Il Monastero Moldovita – un gioiello unico in Europa”

Il Monastero di Voronet – la Cappella Sistina d’Oriente con il suo azzurro irripetibile”

Scopri perchè Prejmer è la località turistica assolutamente da visitare !”

Brasov – la più bella città medievale”

Curtea de Arges – Il Monastero di Manole che toglie il fiato!”

Rasnov – la fortezza inconquistabile nonostante i molti assedi subiti”

Monastero di Horezu – uno dei più interessanti siti protetti dall’UNESCO”

Piatra Neamt – chiamata ”la perla della Moldavia”

Leave a Reply

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*