General

Transilvania e Bucovina

Due regioni indimenticabili

(Apri il programma in pdf)

Giorno 1 – Bucarest, la Parigi dell’Est

All’arrivo presso l’aeroporto di Bucarest la vostra guida vi accoglierà e vi accompagnerà durante il trasferimento in hotel che si trova in centro a Bucarest. Durante il trasferimento ammirerete i vari obiettivi turistici che si incontrano durante il tragitto, tra questi: la Piazza della Stampa Libera, Via Kiseleff, la Piazza della Vittoria , l’ Arco del Trionfo, la Via della Vittoria, la Piazza della Rivoluzione con il palazzo che ospitava la sede del partito comunista romeno e da dove partì con l’elicottero il dittatore durante la rivoluzione dell’89, il Memoriale della Rinascita, monumento scultoreo recente, opera dell’artista romeno Alexandru Ghildus, l’Ateneo Romeno, famosa sala concerti della fine dell’800 realizzato da un architetto francese, Il Palazzo Reale, oggi sede del Museo Nazionale d’Arte Romena. Tempo libero per esplorare la città. Pernottamento e cena presso l’Hotel Novotel 4* a Bucarest.

Giorno 2 – Bucarest – Monastero di Cozia – Sibiu (280 km)

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la bellissima Valle dell’Olt e visita del monastero di Cozia, stupendo monumento valacco del XIV secolo fondato dal grande principe e condottiero Mirco Il Vecchio e restaurato nel XVII secolo da un Cantacuzino. Osserveremo le straordinarie decorazioni armene che ne abbelliscono la facciata e gli interni, riccamente affrescati. Pranzo in ristorante. Partenza per la bellissima regione della Transilvania.

La prima sosta sarà a Sibiu, stupenda città medievale dove romeni e sassoni convivono pacificamente da secoli e dove i vari monumenti religiosi (cattolici, ortodossi e protestanti) ci dimostrano questa pacifica convivenza. Sibiu è stata nominata capitale europea della cultura nel 2007 e ospita ogni anno uno straordinario festival di teatro. La città affascina grazie alle sue tre piazze (piazza Grande, piazza Piccola e piazza Huet) che trasportano il turista in una vera e propria atmosfera medievale. Le sue torri e i suoi bastioni del XV secolo, ma anche i suoi bellissimi musei e le famose “case con gli occhi” regalano al visitatore momenti incantevoli. Sempre a Sibiu vedrete una delle chiese evangeliche più grandi della Transilvania, in stile gotico.

La cena sarà il momento perfetto per poter vivere meglio la vita dei contadini poiché sarete ospiti degli abitanti del villaggio di Sibiel, all’interno di una casa tipica romena, dove assaporerete pietanze e bevande tradizionali (acqua, vino, grappa incluse). Avrete inoltre l’occasione di vedere direttamente la preparazione di piatti romeni e scoprire così delle ottime ricette locali. Pernottamento presso l’ hotel Continental Forum 4* o simile a Sibiu.

Giorno 3 – Sibiu – Biertan – Sighisoara – Targu Mures – Bistrita (260 km)

Colazione in hotel e partenza verso Biertan, villaggio sassone che custodisce una straordinaria ed antichissima chiesa fortificata perfettamente conservata. Vedremo anche il bastione dove venivano imprigionate le coppie che intendevano separarsi con l’intenzione di far loro cambiare idea. Un solo letto, un solo piatto, un solo bicchiere erano gli unici oggetti che potevano condividere durante la prigionia. La cittadella sassone di Biertan ha inoltre conservato perfettamente le sue tre cinte murarie.

Si continua il tour con la visita della città di Sighisoara, con la sua imponente Torre dell’Orologio. Questa cittadella è la meglio conservata d’Europa e, fatto straordinario, è ancora abitata. Dal 1999 il centro storico di Sighisoara è patrimonio UNESCO. Qui ammireremo la chiesa sulla collina, raggiungibile dopo una scalinata lignea, chiamata la scala degli scolari. Vedremo anche la statua del famoso poeta nazionale ungherese Petofi Sandor, a testimonianza del fatto che a Sighisoara la comunità magiara è stata in passato numericamente importante. Accanto alla statua la bellissima chiesa cattolica, riservata alla comunità ungherese, e la torre dei calzolai. Pranzo presso la casa dove nacque Vlad L’Impalatore e nel tardo pomeriggio arrivo a Targu Mures, città in cui predomina lo stile barocco. Targu Mures è dominata dal bellissimo Palazzo della Cultura, simbolo della località, uno straordinario palazzo barocco. In questa città transilvana la comunità ungherese è ancora numerosa e gli architetti che hanno lavorato alla progettazione degli edifici storici sono tutti ungheresi. Verso sera arrivo alla città di Bistrita, il cui principale monumento è la chiesa luterana, costruita nel XIV secolo in stile gotico ma rimaneggiata con elementi rinascimentali nella seconda metà del XVI secolo. Cena e pernottamento nell’hotel Corona d’Oro 4* dove nel libro di Bram Stoker avrebbe soggiornato anche Jonathan Harker, uno dei personaggi principali del romanzo “Dracula” . Chi vorrà potrà fare una piacevole passeggiata in centro città, dopo cena.

Giorno 4 – Bistrita – Voronet – Moldovita – Sucevita – Marginea – Radauti  (250 km)

Dopo la colazione in hotel partenza verso la Bucovina, la zona settentrionale della regione Moldavia, luogo magico grazie alla presenza dei monasteri affrescati internamente ed esternamente, anch’essi monumenti UNESCO. Sosta a Borgo Pass, il misterioso posto dove la leggenda del vampiro Dracula prende vita. In seguito arrivo al monastero di Voronet, soprannominato la Cappella Sistina dei Carpazi, fondato dal grande principe Stefano Il Grande e caratterizzato da un bellissimo colore azzurro, inimitabile ed unico al mondo. Dopo il pranzo in ristorante avremo un po’ di tempo libero per poi proseguire  con la visita al monastero Moldovita, un altro monumento religioso famoso, fondato da Pietro Rares nel XVI secolo e i cui affreschi interni ed esterni incantano il visitatore.

L’ ultimo dei monasteri dipinti che avrete il piacere di ammirare è il monastero di Sucevita, fondato dai fratelli Movila nel XVII secolo. Anch’esso, come i due precedenti, presenta elementi gotici e bizantini, che fondendosi vanno a costituire l’affascinante stile architettonico moldavo. Gli affreschi della facciata settentrionale di questo monastero sono rimasti visibili grazie alla cinta muraria protettiva che qui non è mai stata demolita. Si prosegue con una visita presso gli artigiani locali di Marginea, che svolgono eccellenti lavori con la celebre ceramica nera, qui avrete l’opportunità di entrare nel laboratorio artigianale per osservare da vicino le varie fasi lavorative dei vasi di ceramica, ma potrete anche acquistare oggetti tipici della Bucovina. A Marginea si possono comperare non solo vasi in ceramica, ma anche bellissime uova dipinte e decorate con la tecnica tradizionale romena. Cena e pernottamento presso l’hotel Gerald’s 4* a Radauti o Best Western Bucovina 4* a Gura Humorului.

Giorno 5 – Radauti – Piatra Neamt – Golle Bicaz – Miercurea Ciuc (290 km)

Colazione in hotel e partenza verso le Gole di Bicaz. Sosta a Piatra Neamt, celebre stazione sciistica che conserva una bellissima cittadella fondata all’epoca di Stefano Il Grande, nel XV secolo e una sinagoga del XVIII secolo. La città ha una posizione geografica meravigliosa essendo circondata da monti che custodiscono una splendida vegetazione lussureggiante. Successivamente ci dirigeremo verso le Gole di Bicaz ed ammireremo quindi un paesaggio mozzafiato. Le gole di bicaz sono attraversate da una strada fiancheggiata da un ruscello e costituiscono un paesaggio di forte impatto emotivo con strapiombi da brivido.  Lungo le gole vi è un mercatino con prodotti tipici artigianali e souvenir che rendono ancor più vivace l’attrazione.

Pranzo in ristorante e visita del Lago Rosso, un lago di sbarramento naturale, che si è formato in seguito alla frana di una parte di un monte, infatti nel lago sono ancora presenti i tronchi degli alberi e questo regala un’atmosfera particolarmente suggestiva. Il luogo è interessante soprattutto per le leggende che sono nate e si sono diffuse in riferimento al nome del lago. Durante la visita verrete a conoscenza di queste leggende. Si continua poi attraversando una strada panoramica che offre una vista spettacolare della catena di Carpazi per arrivare a Miercurea Ciuc. Questa zona è chiamata anche la Siberia della Romania per le basse temperature e per il paesaggio che caratterizzano quest’aerea. Visita della Fortezza Miko, costruita dai siculi d’Ungheria dove sarà prevista anche una degustazione di vini in una tipica ambientazione medievale. Cena in ristorante con serata tradizionale e vino incluso presso un ristorante tipico. Pernottamento in Hotel Fenyo 3* a Miercurea Ciuc.

Giorno 6 – Miercurea Ciuc – Brasov – Bran – Sinaia (180 km)

Colazione e poi subito partenza verso Brasov, meravigliosa cittadina transilvana, un tempo interamente fortificata, importante centro culturale, turistico e commerciale. Brasov impressiona per la sua architettura tipicamente tedesca, dove il gotico, il barocco ed il rinascimentale si incrociano per dar vita ad una città interessante e culturalmente molto vivace. Visita della Prima Scuola rumena, che si trova nel quartiere più antico della città, e che era abitato esclusivamente da romeni, il quartiere Schei, interessante per gli ingressi in città che si effettuavano in epoca medievale tramite la Porta Caterina e la Porta Schei, quest’ultima del XIX secolo. A Brasov visiteremo inoltre l’imponente Chiesa Nera, la chiesa gotica evangelica più grande dell’Est Europa, con un campanile alto ben 65 metri e una lunghezza di 90 metri, la chiesa ospita l’organo meccanico ottocentesco più bello della Romania. Ammireremo poi i palazzi e le case del centro storico, recentemente restaurato, con la Piazza del Consiglio che ospita oggi un bellissimo museo, e il Viale pedonale della Repubblica.

Pranzo in ristorante per poi proseguire verso Bran dove visiteremo il famoso castello Bran, più noto come castello di Dracula. Nel medioevo Bran si trovava esattamente al confine tra la Valacchia e la Transilvania ed era quindi fondamentale, per gli abitanti di Brasov, la costruzione e la conservazione di una rocca difensiva. Negli anni 90 del 900 questa rocca viene trasformata in un bellissimo castello grazie agli interventi della Regina Maria di Romania. In serata arrivo a Sinaia, la perla dei Carpazi, dove si trova il bellissimo monastero Sinaia fondato dal grande Michele Cantacuzino, un personaggio di spicco della nobiltà e della cultura romena del XVII secolo. Cena e pernottamento presso l’hotel New Montana 4* di Sinaia

Giorno 7 – Sinaia – Bucarest (130 km)

Una bella colazione e poi, in mattinata, visita del fiabesco Castello Peles, residenza estiva del primo re della Romania, il Re Carlo 1 di Hohenzollern, di origini tedesche. Il castello è stato meravigliosamente progettato da un architetto ceco, ed è famoso per essere stato uno dei castelli più moderni d’Europa all’epoca della sua costruzione, tra il XIX ed il XX secolo. Ogni stanza è caratterizzata da uno stile unico, diverso dagli stili delle altre stanze. Ammireremo anche la sala fiorentina, dove respireremo un’atmosfera tipicamente italiana e rinascimentale.

Si prosegue verso Bucarest dove pranzeremo presso il ristorante Hard Rock Caffè nel bellissimo parco Herastrau, un luogo rilassante che ospita inoltre un grande lago. Visita del Museo del Villaggio, fondato da un sociologo romeno e realizzato nel 1936 con la collaborazione di esperti in edilizia, antropologi, etnografi e sociologi provenienti da tutta la Romania. Questo stupendo museo all’aria aperta offre l’opportunità di conoscere lo stile di vita dei contadini romeni dell’800, le loro abitazioni, i loro mulini ad acqua e le loro chiese interamente di legno. Qui tutto è autentico. Ammireremo anche una chiesa lignea del Maramures, che è stata smontata e portata poi nel museo. A tal proposito ricordiamo che molte chiese di legno del Maramures sono patrimonio UNESCO. Avremo poi il piacere di vedere il Palazzo del Parlamento, monumento maestoso, secondo per dimensioni solo al Pentagono, realizzato per volere del dittatore negli anni 80 del 900 e per la cui creazione è stato raso al suolo un intero quartiere. Seguirà il tour del Centro Storico di Bucarest, zona interamente pedonale, con i resti della fortezza principesca di Vlad L’Impalatore, la chiesa palatina del XVI secolo, in stile bizantino, e la chiesa Stavropoleos, un gioiello architettonico del XVIII secolo, in tipico stile valacco, con importanti influssi orientali nella decorazione esterna.

Cena nel locale più famoso della capitale, Caru cu Bere, che significa il Carro con la Birra, dove vi divertirete moltissimo grazie allo spettacolo folcloristico che si svolgerà durante la cena e dove degusterete ottimo cibo tradizionale romeno. La birra che viene qui prodotta è originale e la ricetta è segreta. Caru cu Bere ha una favolosa facciata neogotica e il ristorante è nato come birreria. L’edificio è magnificamente decorato all’interno in stile Art Decò e con dipinti che rappresentano scene di vita bucolica e tedesca. In ogni quadro vedrete raffigurati boccali di birra. Appena si entra a Caru cu Bere si ha l’impressione di essere finiti in una bellissima birreria della Baviera. Pernottamento presso l’ hotel Novotel 4* nel centro di Bucarest.

Giorno 8 – Bucarest – Aeroporto (15 km)

Tempo libero in mattinata e in seguito transfer per il volo di ritorno.

Servizi inclusi:

  • Pernottamento in Hotel 3/4* con la colazione inclusa
  • Transfer da/per l’aeroporto
  • Ingressi presso I musei
  • Pensione completa a partire dalla prima cena del giorno di arrivo fino al’ultima colazione
  • Trasporto con pullmino/Pullman con aria condizionata
  • Guida in italiano che accompagnera il gruppo per tutta la durata del viaggio

Servizi non inclusi:

  • Volo a/r
  • Mance
  • Facchinaggio
  • Extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “Servizi inclusi”

Tariffe: 800 euro / persona

Supplemento Singola: 200 euro

 

Partenze garantite per almeno 2 partecipanti:

20 aprile

27 aprile

25 maggio

22 giugno

13 luglio

20 luglio

27 luglio

03 agosto

10 agosto

17 agosto

24 agosto

31 agosto

07 settembre

14 settembre

21 settembre

28 settembre

Available departures

Unfortunately, no places are available on this tour at the moment

We are sorry, there are no reviews yet for this tour.